Fotobiomodulazione Transcranica

NIR Cerebro Infrared è una tecnologia di fotobiomodulazione innovativa progettata dal nostro team nel 2018, approvata dalla Food and Drug Administration e certificata CE elettromedicale (certificazione Iso 9001: 2008). Sfrutta la luce del vicino infrarosso come supporto riabilitativo per tutti quei processi che hanno alla base l’infiammazione neuronale.

La metodica si basa sull’utilizzo di un casco contenente 256 led, tramite i quali avviene il passaggio di luce; l’intensità dei led, così come il tempo di somministrazione, possono, anzi, devono, essere variati dall’operatore attraverso un device apposito. Il casco è costruito in modo da agire sull’intera area cerebrale – corticale tramite due canali: il primo lavora sull’area motoria, premotoria e visiva, mentre il secondo su quella esecutiva, sensoriale e linguistica.

Gli effetti della modulazione sono molteplici: aumento metabolico, ampliamento del flusso ematico cerebrale e maggiore sopravvivenza delle cellule neuronali, inoltre porta benefici allo stress ossidativo ed ha effetti antinfiammatori. Per cui può essere utilizzata su disturbi di attenzione, di memoria, del sonno e su tutte quelle difficoltà riscontrabili nei soggetti con patologie neurologiche; è risultata particolarmente efficace anche in caso di trauma cranico, ictus, neuroinfiammazione, vasculopatia e disturbi da metabolismo glicemico.

Nel dettaglio, la fotobiomodulazione transcranica è la somministrazione non invasiva di luce proveniente da una fonte esterna (laser o led) che prevede il passaggio di questa luce attraverso una serie di strati, quali lo scalpo, il periostio, le ossa del cranio, le meningi e la dura madre, raggiungendo parzialmente la superficie corticale cerebrale.

Data l’esponenziale attenuazione della luce durante il tragitto attraverso lo scalpo e i tessuti cerebrali, la dose massima (una piccola frazione della luce incidente) viene fornita a quei neuroni localizzati nello strato più esterno della corteccia. Inoltre, sarà presente un ulteriore gradiente di penetrazione della luce all’interno della corteccia così che un certo numero di neuroni assorbirà una dose adeguata di luce.

La diffusione della luce a livello tissutale dipende da diversi parametri ottici come la lunghezza d’onda, l’irradiazione, il tempo di esposizione, l’area esposta, la coerenza e la struttura pulsante. Diversi fattori anatomici e fisiologici contribuiscono alla penetrazione della luce nella testa inclusa la geometria individuale del cranio e la composizione tissutale. Inoltre, la varietà nella distanza della corteccia dallo scalpo per le diverse regioni cerebrali (ad esempio, le aree frontali hanno una distanza minore rispetto alle aree parietali e mediali) può inficiare la profondità di propagazione della luce.

Il progetto NIR prevede la creazione di una rete a livello nazionale con studi medici e poliambulatori, con cui collaborare.

Sei un professionista sanitario e vuoi partecipare al progetto nazionale NIR? Scrivici a segreteria@cerebrostartup.it

Sei interessato alla metodica della fotobiomodulazione e vuoi conoscere il centro NIR più vicino a te? Clicca qui

Approfondimenti

In questo video vengono descritti gli effetti e le azioni che la metodica NIR ha sui nostri processi di memoria e di apprendimento.
La metodica NIR è dimostrata essere di notevole aiuto in ambito sportivo e qui vi spieghiamo perchè lo è anche nella gestione dello stress ossidativo.
La metodica NIR sviluppata e brevettata da Cerebro è di valid aiuto in ambito sportivo e di sostegno all’attività fisica dell’atleta.

Insights

This video describes the possibile use of NIR in enhancing Learning Processes.
This video explains the role of Oxidative Stress while practicing Physicall Activity and the role of NIR to prevent cell damage
This video explains the benefits of NIR in physical activity for athletes and not.
Condividi