La fotobiomodulazione viene definita la Terza Via della Riabilitazione

Nella persona sana, quando e perchè usare NIR?

Quando?

Quando si avverte stanchezza e affaticamento mentale. Le attività quotidiane e lavorative obbligano ad aumentare il carico cognitivo rendendoci stanchi, incapaci di far fronte alle richieste che ci arrivano, sonno disturbato e umore altalenante.

Perchè?

Per far fronte alle esigenze quotidiane, ai neuroni viene richiesto di aumentare il proprio metabolismo, il proprio fabbisogno energetico senza avere il tempo di recuperare ciò che ha consumato.

La fotobiomodulazione favorisce il metabolismo dei neuroni e li aiuta a gestire i consumi metabolici giornalieri. Ciò si manifesta con maggiore lucidità mentale, capacità di focalizzare l’attenzione, migliora l’umore e la qualità del sonno.

Nelle patologia, quando e perchè usare NIR?

Quando?

A seguito di un ictus, di un trauma cranico oppure con il progredire di patologie come l’Alzheimer, il Parkinson sono presenti difficoltà che possono riguardare la sfera cognitiva (difficoltà di memoria, attenzione, concentrazione ecc.) oppure la componente motoria.

Perchè?

Soprattutto quando si parla di patologie che sono in uno stato di cronicità, bisogna favorire il ripristino e la modulazione del metabolismo dei neuroni più che la mera stimolazione.

La fotobiomodulazione, e nello specifico NIR, permette di modulare il metabolismo dei neuroni in tutte le patologie che coinvolgono la corteccia cerebrale e non solo. Migliora i processi riabilitativi. Migliora le capacità cognitive e motorie agendo sulla riduzione della neuroinfiammazione.

In Italia ci sono Centri Specializzati nell’utilizzo della metodica di Fotobiomodulazione NIR. 

Scopri qual è il Centro NIR più vicino a te!


Non trovi un Centro NIR vicino a te oppure vuoi un consiglio su dove recarti?


it_ITItaliano