La fTMS è un’innovazione tecnologica che si basa sulla tecnica di stimolazione cerebrale non invasiva. Non impiega medicinali, ma un generatore di campo magnetico stabilizzato, utilizzando due elettrodi posti sopra l’aerea cerebrale interessata ed in corrispondenza del punto che si vuole stimolare.

Gli elettrodi raccolgono la funzione elettrica di base dell’area sana, riproducendola a sostegno di quella danneggiata. Essa utilizza come propulsore dell’impulso il campo magnetico stabile presente nel corpo dello strumento. 

E’ particolarmente vantaggiosa per l’assenza di effetti collaterali, che ne determinano un’ottima tollerabilità, con risultati incoraggianti nelle riabilitazioni post traumatiche e per i disturbi dell’apprendimento, accorciando i tempi di risposta