Costruiamo modelli riabilitativi scientificamente condivisi e individualmente perfezionati

Cerebro® nasce a seguito di un’esperienza pregressa in ambito clinico poliambulatoriale. I professionisti che fanno parte oggi di Cerebro® hanno avuto modo di definire un modello riabilitativo che fosse unico e innovativo.

Ad oggi, molti sono gli strumenti di indagine strumentale per evidenziare traumi o danni al sistema nervoso centrale. Pochi sono però gli strumenti che permettono di individuare, post evento traumatico, il piano riabilitativo migliore per ogni singolo paziente.

Le strutture che si occupano di riabilitazione ancora oggi basano i propri interventi su protocolli standardizzati e conosciuti da parte dell’operatore. Poca rilevanza viene data al vissuto del paziente, ai ricordi, alle emozioni attuali e pregresse, allo stile di vita del paziente che si reca in struttura per iniziare un protocollo riabilitativo. 

Utilizzando le metodiche presenti oggi in ambito clinico e di ricerca, Cerebro® ha iniziato a sviluppare ciò che aveva sempre in mente: costruire piani riabilitativi ad hoc per ogni paziente andando ad indagare se le aree corrispondenti al danno riportato fossero in grado di supportare e sopportare un determinato atto riabilitativo piuttosto che un altro.

La metodica fNIRS (functional Near Infrared Spectroscopy) permette di indagare le aree cerebrali corticali e determinare il grado di perfusione emodinamica ovvero lo scambio di ossigeno in una determinata area cerebrale e fra aree cerebrali. Durante lo svolgimento di un’azione qualsiasi nella nostra vita quotidiana, il nostro cervello ci permette di svolgerla, ingaggiando aree cerebrali corticali dedicate o multiple in base alla complessità dell’azione e all’ambiente che ci circonda. Per fare ciò mobilita enormi quantità di ossigeno per rifornire le aree richieste di “cibo” da consumare.

Se è presente un danno neurologico, sintomatologie comportamentali e cognitive post-traumatiche alcune aree cerebrali non saranno più in grado di rispondere come prima o avranno bisogno di più tempo per lo svolgimento di azioni specifiche. La metodica fNIRS, usata con criterio medico-valutativo, permette di evidenziare quelle aree cerebrali che hanno bisogno di maggior richiesta di ossigeno, aree in cui vi è maggiore o minore perfusione; sulla base del tracciato vengono individuate in una fase iniziale le aree corticali ad uno stato di baseline, di riposo. Successivamente, le stesse aree vengono messe sotto sforzo ovvero si cerca di determinare esattamente quale azione, facente parte di un piano riabilitativo pre-definito, possa essere supportata e sopportata dalle stesse senza recare affaticamento all’area corticale in termini di ossigenazione.

Più un’area cerebrale ha un’ottima perfusione e un buon apporto di ossigeno durante un atto riabilitativo, maggiormente quest’ultimo sarà efficace e porterà beneficio.

Sulla base delle risposte ottenute da questa indagine neurofisiologica, si procede a dirigere il piano riabilitativo completo in termini di azioni da svolgere e tempistiche di trattamento.  

Molte altre sono le tecniche e gli strumenti neurofisiologici che Cerebro® adotta per arrivare alla completezza della definizione del piano riabilitativo individualizzato. Unita alla spettroscopia nel vicino infrarosso vi è l’utilizzo dell’elettroencefalogramma, di strumenti di Bio-Neurofeedback e molto altro.

Una volta che la triade soggetto-operatore-cervello ha individuato gli atti riabilitativi più idonei ed efficaci, si predispone un vero e proprio programma riabilitativo che la persona può portare con sé e rivolgersi a centri specializzati in Italia.

Questo modello di agire prevede la conoscenza da parte del nostro team di professionisti di quelle che sono le caratteristiche di vita della persona che si vuole avvalere di questa procedura.

La mission di questa start-up è sempre stata quella di sviluppare protocolli riabilitativi individualizzati e di farlo in una sede dedicata, esclusiva. L’importanza della partecipazione di Cerebro® nel nuovo distretto dell’innovazione milanese (MIND) sta proprio in questo.

Di Federica Peci

Psicologa, Giornalista Scientifica

In collaborazione con Staff di Cerebro

Cerebro®, Start-Up nelle Neuroscienze ad alta tecnologia e innovazione, supporta i pazienti di studi medici e poliambulatori associati attraverso metodiche e approcci diversi per favorire un miglioramento della percezione e della qualità di vita di ogni singolo individuo.

Condividi
Category
Tags

Comments are closed